GPL SFUSO

Con il nome di GPL (Gas di petrolio liquefatto) vengono indicati i gas liquefacibili che si ottengono dalla distillazione del petrolio greggio, dal frazionamento del gas naturale e da lavorazioni di impianti petrolchimici.

Alla temperatura ambiente ed alla pressione atmosferica si presentano sotto forma di gas.
Mediante operazioni di compressione e raffreddamento si ottiene la loro condensazione, in modo da poterli immagazzinare e trasportare allo stato liquido in recipienti a pressione.

Il Gpl è posto in commercio con i nomi:

  • Propano commerciale
  • Miscele commerciali
  • Butano commerciale

Il Propano commerciale è il prodotto normalmente impiegato per il rifornimento dei piccoli serbatoi.
La Miscela commerciale è una miscela composta dalla combinazione per la maggior parte di butano (70%) e di propano (30%), principalmente destinata al riempimento delle bombole ed all’autotrazione.

Odorizzazione
Il gpl, essendo privo di odore caratteristico, viene “odorizzato” mediante opportune sostanze per renderne avvertibile la presenza in caso di perdita.

Denaturazione
essendo inoltre incolore, il gpl impiegato come combustibile domestico viene denaturato ai fini fiscali con una particolare sostanza, per distinguerlo da quello utilizzato per autotrazione.

Se non ti puoi allacciare alla rete del metano, esiste una valida alternativa.
Il gpl, caratterizzato per la purezza, per il basso livello di tossicità, bassissimi depositi e impurità, nonché basse emissioni inquinanti in atmosfera può facilmente raggiungere i villini isolati, le case di campagna, i piccoli centri non collegabili alla rete dei metanodotti.
La facilità di rifornimento è assicurata dai nostri distributori e il basso prezzo del prodotto rendono facilmente recuperabile la spesa iniziale per costruire l’impianto. La sigla GPL identifica miscele di frazioni leggere di petrolio, che sono gassose alla normale pressione atmosferica e liquide a pressioni non molto elevate e temperatura ambiente.
Esistono tre diverse tipologie di fornitura, adatte a ogni tua esigenza abitativa o di lavoro: vediamo insieme le caratteristiche più importanti di questa fonte energetica e i modi per contattarci e prenotare un sopralluogo.
Il gpl per combustione viene utilizzato per usi domestici e per riscaldamento, da bombole, da serbatoi e da reti canalizzate.


Il GPL si caratterizza per la sua purezza, assenza di tossicità, bassissimi depositi ed impurità, basse emissioni in atmosfera occupando così il primo posto tra i combustibili non inquinanti. La minore incidenza delle spese di manutenzione degli impianti, l’elevato potere calorifico ed il costo della kcal minore rispetto ad altre fonti energetiche, fanno del GPL un combustibile fortemente concorrenziale insostituibile in gran parte delle applicazioni tradizionali.

I GPL sono composti chimici costituiti da idrogeno (H) e carbonio (C) da cui la denominazione di idrocarburi, sono formati essenzialmente da propano e butano. Potere calorifero 11000 Kcal/Kg Bruciando 1 Kg di GPL (circa 2 litri) si ottiene tanto calore quanto se ne otterrebbe consumando 13 KW di energia elettrica, o bruciando

1.3 mc di metano
1.14 Kg di gasolio (circa 1.6 litri)
2 Kg di carbone
6 Kg di legna

Scarica la scheda tecnica 


Unità di misura di vendita

L’unità di misura di vendita sono i litri per i piccoli serbatoi (piccola utenza), i Kg per i grandi impianti (defiscalizzati).

Tempo di consegna
La consegna del GPL sfuso oscilla tra i 3 e 10 giorni dal ricevimento dell’ordine.
Per quanto riguarda gli impianti defiscalizzati la fornitura avviene in base alle specifiche del cliente, comunque in 24 ore.

Sicurezza e qualità

Il conseguimento della Certificazione di Qualità, secondo la norma UNI EN ISO 9002, nel dicembre del 1997 ha rappresentato per Eni il consolidamento e la formalizzazione dei valori essenziali della propria tradizione operativa e commerciale: il rapporto con il cliente fondato sulla Qualità del prodotto e del Servizio.
Nel 2009 Eni ottiene il rinnovo della Certificazione, del proprio Sistema di Gestione della Qualità, in conformità alla nuova norma UNI EN ISO 9001:2008, per l’esercizio di depositi e stabilimenti di imbottigliamento di Gas di Petrolio Liquefatti Gpl e per la commercializzazione di Gpl sfuso ed imbottigliato.
Nel 2011 le attività commerciali di GPL sfuso ed imbottigliato sono state certificate, nell’ambito della certificazione integrale, in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008, della Direzione Wholesale di Eni S.p.A.Refining&Marketing.

Soddisfazione del cliente, puntualità e velocità nelle consegne, consulenza e assistenza tecnica, erogazione dei servizi secondo i requisiti previsti, sono gli obiettivi assicurati dal Sistema di gestione della Qualità.
Ma la Qualità Eni è molto di più di questo: comprende ogni ambito delle attività, dalla gestione delle risorse alla tutela della sicurezza e dell’ambiente, dall’efficienza del personale ai rapporti con il cliente e con i fornitori.
Questo significa, a tutti i livelli, condivisione di una cultura basata sull’analisi e la misura dei processi aziendali ed orientata, profondamente, all’innovazione ed al miglioramento continuo e allo sviluppo sostenibile creando valore per tutti gli stakeholders (investitori, clienti, dipendenti, fornitori, collettività, istituzioni).
ISO Standards

Norme promosse da ISO ed emanate a livello internazionale, europeo, italiano.
La sigla di una importante serie di norme è UNI EN SO, in cui UNI indica l’adozione delle norme ISO da parte dell’Ente Italiano di Unificazione, mentre la sigla EN indica l’adozione delle norme ISO da parte del Comitato Europeo di normazione.
Le principali norme di tale serie sono le ISO 9000 e le ISO 14000 (quality certification).
Esistono anche le norme ISO 10000, che forniscono le linee guida per lo sviluppo, la preparazione ed il controllo dei manuali della qualità, i quali devono rispecchiare le procedure dei sistemi qualità, così come richiesto dalle norme della famiglia ISO 9000.
Le norme ISO 9000 riguardano la garanzia di qualità dei processi (sistemi qualità) e forniscono:

  • ISO-9000: i principali concetti relativi alla qualità ed una guida per la scelta e l’utilizzazione delle ISO 9000;
  • ISO-9001: i requisiti del sistema qualità, qualora l’impresa debba dimostrare la sua capacità di progettare, produrre e controllare un prodotto od un servizio conforme alle richieste del cliente;
  • ISO-9002: i requisiti del sistema qualità, qualora l’impresa debba dimostrare la sua capacità di produrre e controllare un prodotto od un servizio conforme alle richieste del cliente;
  • ISO-9003: i requisiti del sistema qualità, qualora l’impresa debba dimostrare la sua capacità di rilevare non conformità di un prodotto o di un servizio al momento del controllo finale;
  • ISO-9004: gli elementi del sistema qualità relativi a tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto. È inoltre indirizzata alle imprese di servizi ed evidenzia le caratteristiche della fornitura di un servizio (il comportamento del personale, i tempi di attesa e di consegna, ecc.).